Costruzioni Elettroniche
CERCA
<< | Home | L'Azienda | Staff | Contattaci | Dove Trovarci | Referenze | Lavora con Noi | Cerca |    

IN EVIDENZA
  Attenzione ai Piccioni
Eccesso di Piccioni
Invasioni Volatiche
Sistema Allontanamento Volatili
Istallazione del Sistema
Vantaggi del Sistema
Influenza Aviaria


IN EVIDENZA
   Prodotti allontanamento volatili
 



SPOT




Costruzioni Elettroniche S.n.c.















 


NELLO SPECIFICO

Eccesso di piccioni, a Como mais anticoncezionale

Secondo i calcoli del Comune, mille esemplari per chilometro quadrato. Il limite di supportabilità per una città è a quota 300

COMO - Mais «anticoncezionale» contro i piccioni troppo prolifici. È partita a Como la campagna di controllo delle nascite dei piccioni nel centro storico. Un progetto partito due mesi fa quando l'assessorato al Verde e all'ambiente del Comune ha deciso di censire i piccioni presenti fra le antiche mura. Il risultato - secondo l'amministrazione - giustifica la decisione di pianificare una campagna di controllo delle nascite per ridurre il numero di piccioni.

Due addetti di «Acsm Ambiente» incaricati dal Comune hanno cominciato la distribuzione nelle 5 piazze cittadine di «Ovistop», un medicinale che contiene un prodotto chimico non nocivo per i piccioni ma in grado di rallentare i ritmi riproduttivi. L'obiettivo di Ovistop - così come spiegato dal dottor Marco Pellizzari, veterinario e titolare della Acme drugs, la società che già in molte altre città italiane ha curato la campagna - è di ridurre del 30% la proliferazione delle colonie cittadine di piccioni.

I DANNI - Nel perimetro del centro cittadino (2,5 kmq, di superficie) sono stati censiti circa mille esemplari. Il limite di sopportabilità per una città - calcolano gli esperti - è di 300 esemplari a chilometro quadrato. La campagna durerà 3 anni e ogni mattina per 5 giorni la settimana un addetto di Acsm Ambiente alle 6.30 spargerà un chilo di mais «trattato» in ognuna delle 5 piazze.

«L'obiettivo non è eliminare i piccioni dalla città, spiega il responsabile del settore Ambiente del Comune, Gianfranco Buzzi, ma arrivare ad un numero di esemplari sopportabile per evitare danni alla salute e ai monumenti».

I danni ai monumenti rimangono il maggior problema visto che il guano dei piccioni è altamente corrosivo.


 

 


 

 

Versione adatta alla stampa    Invia ad un amico

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK
 

 


 

 

© 2003 - 2012 Copyright coelnet.it - Tutti i diritti sono riservati.
Costruzioni Elettroniche S.n.c. - Via Monterusso, 67
80078 Pozzuoli Fraz. Arco Felice (NA)
Tel: 0818046267 - Tel2: 0818662673 - Fax: 0818046267